IL PRIMO SOCCORSO ENTRA NELLA SCUOLA ELEMENTARE
L’ASL TO 3 IN COLLABORAZIONE CON L’ASSOCIAZIONE PIEMONTE CUORE ONLUS HA AVVIATO UN PROGETTO PILOTA PER FORNIRE IN CLASSE GLI ELEMENTI ESSENZIALI DI PRIMO INTERVENTO IN CASO DI EMERGENZA – COINVOLTI I PRIMI 60 INSEGNANTI , OLTRE 1000 ALLIEVI DI 9 ISTITUTI COMPRENSIVI

 

Il Progetto Vita Ragazzi dalla Scuola alla Vita prevede un piano di intervento nelle scuole di primo grado per illustrare sia agli insegnanti sia agli allievi come comportarsi in caso di emergenza nell’attesa che giungano i servizi di soccorso; al di là dell’utilità pratica che le informazioni possono fornire, l’obiettivo dell’iniziativa è anche e soprattutto quello di diffondere correttamente la cultura dell’emergenza che in qualsiasi momento può coinvolgere chiunque, a scuola, a casa, all’esterno.
Nel progetto, della durata triennale, sono coinvolti 60 insegnanti articolati su 40 classi , con oltre 1.000 allievi appartenenti a 9 Istituti Comprensivi in 17 plessi scolastici situati nei primi cinque distretti aziendali (Collegno, Orbassano, Rivoli, Susa e Venaria); la fascia di età scolare va dalla 3^ alla 5^ elementare.
In particolare, l’oggetto dell’iniziativa di promozione della salute riguarda l’insegnamento degli interventi precoci dalla chiamata dei soccorsi al riconoscimento dello stato di coscienza, fino alle nozioni sulla rianimazione cardiopolmonare quando i ragazzi al terzo anno del progetto conosceranno anche il defibrillatore “amico del cuore”.

Nella prima fase del progetto sono già stati formati 20 docenti di supporto organizzativo con lo specifico corso aggiuntivo previsto dalle normative regionali e nazionali per la rianimazione cardiopolmonare e l’uso del defibrillatore. Sono proprio loro che affiancano nel secondo anno i professionisti sanitari dell’ASL TO 3 e dell’Associazione Piemonte Cuore Onlus nell’insegnare ai ragazzi come attivare i soccorsi e come intervenire.
Dunque non solo lezioni “frontali” ma coinvolgimento pieno e diretto degli interlocutori, i quali negli interventi preparatori hanno testimoniato la piena e completa adesione al progetto garantendo la massima disponibilità e collaborazione in tutte le fase del percorso. E’ evidente la possibilità di estendere successivamente questa esperienza ad un numero maggiore di scuole localizzate
nell’ASL TO3.

Nell’anno scolastico 2015/2016 sino pervenute complessivamente 239 richieste di intervento su tutti i temi presenti nel Catalogo di promozione alla salute.

La promozione alla salute è un obiettivo prioritario portante di tutte le strategie che mirano alla salvaguardia della salute come un bene comune da sviluppare per guadagnare non solo anni di vita, ma buona qualità di vita per tutti.” sottolinea il Dr. Flavio Boraso – Direttore Generale dell’ASL TO3 “Cominciare dai giovani ed in particolare dal mondo della scuola per sviluppare una formazione ed una cultura della sicurezza significa avere domani adulti consapevoli, attenti alla propria e alla altrui salute e comunque fin d’ora giovani e ragazzini in grado di affrontare un problema acuto come l’infarto cardiaco evento che purtroppo può riguardare il loro ambito scolastico sportivo o famigliare”.”

“Diffondere la cultura del “saper soccorrere” nell’età scolastica, come già avviene in Europa ed in altre realtà italiane, potrà garantire nel futuro più sicurezza fra i cittadini” dichiara Marcello Segre Presidente di Piemonte Cuore Onlus “il progetto Vita ragazzi iniziato 15 anni fa a Piacenza, città più cardioprotetta d’Europa con oltre 100 vite salvate, in Piemonte ha già visto in tre anni l’insegnamento dei gesti salva vita a oltre 10000 studenti. Con questa nuova iniziativa si fa un salto di qualità perché insieme con l’ASL TO3, metteremo in condizione gli insegnanti di far diventare il primo soccorso una vera materia scolastica. In molti casi, come l’arresto cardiaco, abbiamo pochi minuti e i ragazzi potrebbero trovarsi soli con un adulto senza sapere come intervenire. Gli allievi sin da piccoli anche attraverso sistemi multimediali apprendono in pochi minuti le modalità di attivazione dei sistemi di emergenza e come intervenire, e spesso tornando a casa insegnano quanto appreso all’interno della famiglia”.

Il progetto “Dalla Scuola alla Vita” si sviluppa quindi su un progetto di durata triennale che formerà i bambini delle classi 3.a, 4.a, 5.a delle Scuole Primarie sulle tecniche di primo soccorso e su come intervenire in caso di necessità.

Congiuntamente vuole formare i docenti, prima facendoli partecipare come allievi ad un corso svolto dagli istruttori di Piemonte Cuore Onlus, e in seguito formarli per farli diventare istruttori e renderli autonomi nella gestione della lezione di primo soccorso rivolta ai bambini delle loro classi di appartenenza.

Le lezioni sono tenute da un’équipe multidisciplinare formata da medici, infermieri, ostetriche, educatori ed istruttori.

Qui di seguito il dettaglio degli argomenti per anno scolastico.

Argomenti delle lezioni:

Insegnanti:
• 1 ANNO – Corso BLSD PBLSD (CPR AED Emergency First Response)
• 2 ANNO – Corso per istruttori di primo soccorso pediatrico e utilizzo del defibrillatore
• 3 ANNO – Insegnamento diretto ai bambini

Bambini:
• 1 ANNO: Sviluppare la capacità di riconoscere un ambiente sicuro, sviluppare la capacità di riconoscere lo stato di coscienza, sviluppare la capacità di effettuare la chiamata al 118;
• 2 ANNO: Sviluppare, oltre le capacità apprese nel primo anno, la capacità di eseguire la manovra G.A.S (Guardo, ascolto, sento) / MOTORE, sviluppare l’abilità all’utilizzo del DAE
• 3 ANNO: Ripasso delle abilità sviluppate negli anni precedenti, imparare ad eseguire il massaggio cardiaco, Apprendere nozioni di disostruzione delle vie aeree

Durata:

Insegnanti:
• 1 ANNO – Corso BLSD PBLSD (CPR AED Emergency First Response) della durata di 5 ore
• 2 ANNO – Corso per istruttori di primo soccorso pediatrico e utilizzo del defibrillatore della durata di 8h
• 3 ANNO – Insegnamento diretto ai bambini della durata di 5 ore

Bambini:
La lezione, della durata di 1 ora per classe è così suddivisa:
• 15 minuti di parte teorica attraverso la lettura di un fumetto e la visione di un video
• 45 ore di parte pratica (simulazioni su manichini adatti alla rianimazione cardiopolmonare e all’uso del defibrillatore).

http://www.aslto3.piemonte.it/news/2016/dwd/scuole_emergenza.pdf

http://www.aslto3.piemonte.it/news/2016/2016_04_07.shtml