METROPOLITANA TORINO CARDIOPRETTA PROGETTO VITA PIEMONTE – SPECCHIO DEI TEMPI

PROGETTO VITA PIEMONTE GRAZIE A SPECCHIO DEI TEMPI CARDIOPROTEGGE LA METROPOLITANA TORINESE
5 febbraio 2015
Foto gallery 1
16 febbraio 2015
Leggi tutti

METROPOLITANA DI TORINO: LA PRIMA IN ITALIA COMPLETAMENTE CARDIOPROTETTA

Consegnati stamattina 17 Punti Blu Salva Vita.

Ora tutte le 21 stazioni sono dotate di defibrillatori

 Torino, 5 febbraio 2015

Da oggi la Metropolitana torinese è la prima metropolitana in Italia completamente cardioprotetta. Sono stati infatti consegnati stamattina 17 Punti Blu Salva Vita dotati di defibrillatori semiautomatici esterni, donati nell’ambito del Progetto Vita Piemonte, grazie al contributo di Specchio dei Tempi. Il progetto è stato interamente finanziato dalla Fondazione La Stampa – Specchio dei Tempi che oltre al posizionamento delle apparecchiature ha realizzato la comunicazione per i cittadini  in tutte le fermate e si occuperà della manutenzione delle apparecchiature salva vita  per 8 anni.

Ora tutte le 21 stazioni della metropolitana sono cardioprotette. Nel luglio scorso erano stati posizionati i primi quattro defibrillatori nelle stazioni di Fermi, Porta Susa, Porta Nuova e Lingotto, le più utilizzate della rete sotterranea torinese.

Stamattina i defibrillatori sono stati posizionati nelle stazioni da oltre 400 alunni delle scuole torinesi che hanno ricevuto in donazione per il loro plesso un Punto Blu Salva Vita nell’ambito del Progetto Vita Piemonte sostenuto da Specchio dei Tempi.

Abbiamo aderito con entusiasmo al progetto di una metropolitana completamente cardioprotetta – dichiara Walter Ceresa, Presidente e Amministratore Delegato GTT – per l’importanza della presenza di uno strumento salva vita in un servizio pubblico utilizzato ogni giorno da più di 150 mila persone. Dopo l’installazione dei primi 4 defibrillatori in altrettante stazioni nel mese di luglio, ora se ne aggiungono altri 17 che garantiscono una completa copertura delle stazioni e consentiranno di intervenire tempestivamente in caso di bisogno”.

 “Un anno e mezzo fa un significativo numero di genitori torinesi si è rivolto a Specchio dei tempi per chiedere la cardioprotezione delle scuole frequentate dai loro bambini” ha dichiarato Roberto Bellato Presidente della Fondazione La Stampa- Specchio dei Tempi “La fondazione ha accolto questa richiesta avviando, insieme a Piemonte Cuore Onlus che ha messo nell’iniziativa grande entusiasmo e indiscussa competenza, un progetto che ha portato, sino ad oggi, all’installazione di 125 defibrillatori semiautomatici. Tutti corredati da corsi di formazione per la rianimazione cardiopolmonare. Specchio dei tempi, che ha sinora investito in questa operazione oltre 300 mila euro, garantirà la piena efficienza delle apparecchiature per almeno 8 anni, grazie a particolari contratti di manutenzione e di sostituzione delle costose batterie. Una parte di questi defibrillatori è stata collocata, oltre che in un centinaio di scuole, anche in alcuni impianti sportivi a cominciare dal Palazzetto dello Sport del Parco Ruffini che ne era sprovvisto. Altri sono stati donati al Nucleo Radiomobile dei carabinieri e corrono ogni giorno, sulle gazzelle, per le strade della città, pronti per essere utilizzati dai militari, anche loro addestrati. Uno è stato regalato al Duomo di Torino e veglierà su milioni di pellegrini durante l’Ostensione della Sindone. Oggi completiamo questo sforzo offrendo 17 defibrillatori ai torinesi: saranno collocati nei punti di maggior affollamento e cioè in altrettante stazioni della metropolitana, pronti a svolgere il loro compito che è quello di salvare la vita di chi dovesse essere colpito da un arresto cardiaco”.

 

“Oggi abbiamo celebrato un anno di fondazione dell’Associazione e l’avvio del Progetto Vita Piemonte, che grazie al sostegno di Specchio dei Tempi ha realizzato nello stesso periodo la cardioprotezione di 105 punti salva vita fra plessi scolastici, impianti sportivi, luoghi pubblici e servizi di soccorso (Carabinieri e Vigili del Fuoco) ai quali aggiungiamo questi 17 nuovi defibrillatori ad uso pubblico completamente finanziati dalla Fondazione analogamente agli altri per 8 anni” ha dichiarato Marcello Segre Presidente di Piemonte Cuore Onlus “Nell’ambito delle attività formative comprese nel Progetto Vita Piemonte sono stati abilitati in un anno oltre 1500 cittadini e insegnanti all’uso del defibrillatore e sensibilizzati 6000 piemontesi, nel corso di  incontri pubblici e nelle scuole. Un anno fa negli stessi giorni ci lasciava prematuramente Lorenzo Greco allievo dell’Istituto Agnelli di Torino al quale è dedicato il “Progetto Vita Ragazzi” che porta nelle scuole il messaggio dei gesti salva vita e l’uso del defibrillatore con il sostegno di Specchio dei Tempi. Oggi abbiamo scoperto nella fermata “Marconi” con la famiglia una targa in ricordo di Lorenzo per ricordarlo e per lanciare un messaggio per la vita. Un’anno che possiamo definire vissuto con il cuore e con impegno da tanti volontari e professionisti auspicio per il 2015 di nuovi traguardi con il Galà del Cuore e il Record del Mondo di Defibrillazione

“Oggi si conclude un importante progetto che ci rende orgogliosi – dichiara Antonio Saitta, Assessore alla Sanità Regione Piemonte – Un ringraziamento particolare va all’impegno di ‘Piemonte Cuore’ le cui iniziative hanno anche un significativo valore culturale e di sensibilizzazione dei cittadini. Come Regione crediamo nell’importanza di diffondere il numero dei defibrillatori sul territorio regionale e di formare le persone al loro utilizzo, coinvolgendo in particolare le scuole”.

 “Ad un’infrastruttura all’avanguardia e innovativa come la Metropolitana automatica di Torino  – dichiara Claudio Lubatti, Assessore ai Trasporti, Infrastrutture e Viabilità della Città di Torino e Presidente dell’Agenzia della Mobilità Metropolitana e Regionale –  oggi si aggiunge un importante tassello che eleva ulteriormente lo standard qualitativo dell’Opera. Sono orgoglioso  – conclude Lubatti – di presentare oggi la prima metropolitana in Italia completamente cardioprotetta”.

 “Una tappa prestigiosa per Progetto Vita Piemonte, che oggi rende eccellente lo spirito della defibrillazione pubblica nata 15 anni fa a Piacenza” dichiara Daniela Aschieri Cardiologo e Responsabile Medico Progetto Vita “luoghi come i Metro sono a rischio di eventi drammatici, e solo un defibrillatore pubblico può dare una chance.Non esisteva sino ad oggi in Italia una linea metropolitana dotata in modo sistematico e organizzato di defibrillatori per uso pubblico.

A Piacenza siamo partiti con 21 defibrillatori e siamo arrivati a 583 distribuiti 223 in città e il resto nella provincia. Tutte le scuole di Piacenza hanno un DAE. Oltre 400 i docenti addestrati di cui una parte proseguono in autonomia le lezioni nelle scuole di primo e secondo ordine.

Questoprogetto didattico vede la partecipazione anche degli alunni delle scuole piemontesi. Li troveremo testimoni alle stazioni ad inaugurare i Dae nel metro, simbolo che la cultura è e deve essere dei giovani. Nessuna città sino ad oggi ha fatto tanto per le scuole come in Piemonte (120 scuole dotate di Dae e oltre 5000 ragazzi e insegnanti addestrati). Un primato in Italia ineguagliabile e porta il nome di Progetto Vita Ragazzi-Elior.

“Con Progetto Vita porto in Italia la causa della cardioprotezione” ha dichiarato Federica Lisi Bovolenta moglie del grande Vigor Testimonial di Progetto Vita“Noi non ci lasceremo mai è il mio messaggio affinchè amore e amicizia trionfino con il sorriso sempre presente. In Piemonte grazie a Specchio dei Tempi e tanti che spero vorranno aiutarci stiamo cardioproteggendo scuole e impianti sportivi. La cultura capillare nelle scuole è fondamentale. Bisogna insegnare a vivere quotidianamente con maggior consapevolezza quel bene “scontato” quanto prezioso che è la vita. La vita non si deve fermare ma occorre proteggerla. Dotare una metro di defibrillatori con la presenza di centinai di allievi delle scuole torinesi è sicuramente auspicio di futuri importanti traguardi insieme”

 

Due madrine, due storie di Vita hanno presenziato all’inaugurazione: Stefania Raso una giovane educatrice torinese di 24 anni che il 4 maggio del 2013 è stata salvata dal massaggio cardiaco del fidanzato che ha seguito le istruzioni del 118 in attesa dell’ambulanza. Defibrillata sul posto oggi è diventata la madrina del cuore e collabora al Progetto Vita Ragazzi portando la sua storia nelle classi.

Con lei Daniela Ghiglietti Professoressa di Educazione Fisica salvata in casa dal provvidenziale massaggio cardiaco del figlio di 16 anni al quale deve la vita.

Entrambe sono vive grazie all’intervento provvidenziale nei primi minuti dall’arresto cardiaco da chi gli era accanto, dimostrando l’importanza di conoscere i gesti salva vita ed avere a disposizione un defibrillatore per evitare danni irreversibili.

In tutte le fermate della Metropolitana a posizionare i defibrillatori 18 Istituti Scolastici torinesi con 600 alunni che hanno imparato, grazie alle lezioni svolte dagli Istruttori di Progetto Vita Piemonte, nell’atrio di ogni stazione l’importanza della chiamata al 118 e l’uso del defibrillatore in caso di arresto cardiaco.

Torinotoday

scuole in arrivo alle fermate cartello DAE Progetto Vita Metro cardioprotetta Torino 050215 cartello metro cardioprotetta progetto vita metro cardioprotetta torino 050215 (1) Metro cardioprotetta torino 050215 metro torino cardioprotetta 2 050215 metro torino cardioprotetta 3 050215 Metro torino cardioprotetta 050215 attestati specchio viata ragazzi Metro Torino Cardioprotetta cartelllo accesso fermata Metro torino cardioprotetta disabile metro torino cardioprotetta progetto vita 1 metro torino cardioprotetta progetto vita 2 metro torino cardioprotetta progetto vita 050215 metro torino cardioprotetta progetto vita piemonte  050215 metropolitana cardioprotetta torino 050215 vita ragazzi Metropolitana torino cardioprotetta 4 050215 metrotorinocardioprotetta 050215 metrotorinocardioprotetta progetto vita 050215 progetto vita ragazzi metro torino cardioprotetta progetto vita ragazzo metropolitana torino cardioprotetta 050215

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *